Vanguard Voices

The Vanguard Voices” nascono agli inizi degli anni novanta, precorrendo l’effimero boom italiano dei gruppi vocali. Spunto iniziale fu, come dice il nome stesso, la vitalità della Vanguard School di Gian Siano e Armando Corsi, luogo di incontro e di confronto di molti musicisti genovesi fino al 1995, anno che ha visto la fine della scuola ma non quella del gruppo.

La scommessa del gruppo – ridare spazio alla polifonia nella musica moderna e giocare con le voci – è continuata partendo dagli standards (dai mitici Lambert, Hendricks & Ross ai Manhattan Transfer) ai classici Swingle Singers, dai Cetra ai Take 6 e con propri arrangiamenti curati da Gian Siano. Molto particolare è stata l’interazione con la pittura di Giovanni Job con la realizzazione del brano “Extrapolazione” scritto da G.S. per trasferire in musica le sensazioni pittoriche della mostra “La stanza di Diomede” eseguito nell’installazione al Museo d’arte Contemporanea “Villa croce” di Genova. Il gruppo continua la sua esperienza sino ad oggi, con una pausa forzata coincisa con la prematura scomparsa di Gian Siano nel 2005. Dall’esordio al Mascherona Club di Genova nel 1991 i Vv hanno cantato sempre a Genova a Le Muse, ai teatri Carlo felice, Genovese, Duse, Carignano, Modena, Verdi, e nelle sale della commenda, del Consiglio Provinciale, di Palazzo Ducale, al teatro Cantero di Chiavari e poi a Lavagna, Sestri levante, Spotorno, Noli, Masone, Verona, Sesto San Giovanni, Bolzaneto, Borghetto Vara, Andora, ecc. Ultimo evento di rilievo è stato il concerto al Teatro Donizetti di Bergamo il 10 febbraio 2008..


Condividi :